+39 348 6728 595
arboricolturaperelli@gmail.com

Arboricoltura moderna – TreeCare

 

Eseguire potature sugli alberi ornamentali significa instaurare un vero e proprio rapporto di fiducia con la pianta, intervenendo nel modo più consapevole e naturale possibile, cercando di assecondare le molteplici caratteristiche che essi stessi propongono, nelle loro più svariate forme e dimensioni.

Così come la crescita è un fenomeno naturale, anche la potatura è sostanzialmente un fenomeno naturale, mediante il quale le piante eliminano da sole le loro parti danneggiate o ammalate.

Fino a qualche anno fa, ma purtroppo anche oggi, si potava nella convinzione che più la pianta veniva ridotta, più diminuivano i rischi di caduta: in realtà questa errata convinzione conduce in breve tempo, all’innescarsi  di un’irreversibile spirale di decadimento ed al rischio di una significativa rottura delle branche.

Inoltre, senza tenere in alcun conto i passi da gigante che l’arboricoltura moderna ha fatto, taluni continuano ad operare attraverso la capitozzatura o la potatura ad altezza di scala, con la quale il fusto viene reciso con un taglio orizzontale, ad una data altezza, allo scopo di limitarne lo sviluppo.

E’ nostra convinzione che bellezza e utilità costituiscono i cardini che guidano e regolano ogni nostro progetto di recupero, risanamento e valorizzazione degli alberi. Questo anche a prescindere dal dato primario e perfino brutale nella sua essenza, cioè del suo valore economico, soprattutto di un’albero situato nel cuore della città; a prescindere cioè dal suo valore di mercato, dalla sua valutazione monetaria, oggi resa possibile da una metodologia che consente di rispondere alla domanda: “quanto vale un albero?”

Questa domanda potrebbe sembrare curiosa, o priva di una risposta attendibile, ma in realtà non è così.

Eppure, ed è questo che ci sta a cuore, al di la del suo valore economico molti altri termini di valutazione ci aiutano a comprendere l’importanza degli alberi: il loro valore storico, botanico, ecologico, estetico e perfino sentimentale, legato alla nostra memoria.

Pensiamo all’intenso affetto che per decenni ha circondato il ciliegio giapponese di Sant’Antonio in Polesine, la cui magica fioritura funzionava, per molti Ferraresi come viatico all’ inizio della primavera. O per restare a Ferrara, ai cedri del libano che si ergono, a fronteggiare l’orto botanico, pluricentenari di Corso Porta Mare, ancora reduci imponenti che dominano la cancellata di parco Massari.

In un progetto di creazione o conservazione del verde urbano, dunque, dobbiamo tenere conto di molti fattori che influenzano insieme alla nostra percezione, la vita stessa di queste grandi creature vegetali. Poiché se è vero che gli alberi nelle città sono stati portati dall’uomo, è anche vero che vi sopravvivono restando fedeli alle proprie caratteristiche di viventi, cioè a dire alle loro dimensioni e ai loro tempi di crecsita, ai loro profili estremi, alla mutabilità stagionale delle loro forme.

Così,  la bellezza di un singolo albero diventa il giusto contraltare della sua utilità sociale.

Per potare è necessario svolgere un’attenta analisi tecnica preventiva, in modo da integrare l’intervento all’ambiente circostante. Il Tree Climbing risulta l’attività solutiva a queste necessità, in quanto conferisce la garanzia di un lavoro svolto in completezza, di ottima qualità, ed in totale sicurezza.

Al giorno d’oggi, in un momento in cui la domanda pretende innovazione e sviluppo, la risposta di un Arboricoltore Certificato sarà un ottimo segnale di garanzia di risultato.

Arboricoltura Perelli

European Tree Worker

Treeclimbing Ferrara